Franco Arminio: Cedi la strada agli alberi

13.30

Finalista alla XLIX edizione del Premio Vitaliano Brancati, categoria Poesia

Franco Arminio ha raccolto qui una parte della sua sterminata produzione in versi. Ma non è un’antologia, è un’opera antica e nuova, raffinata e popolare, un calibrato intreccio di passioni intime e passioni civili. La prima sezione è un omaggio al paesaggio e ai paesi che Arminio racconta da anni nei suoi libri in prosa. La seconda ci presenta una serie di poesie amorose in cui spicca il suo acuto senso del corpo femminile. Dopo i testi intensi dedicati agli affetti familiari, le conclusioni sono affidate a una serie di riflessioni sulla poesia al tempo della Rete. I versi di Arminio sono lavorati a oltranza, con puntiglio e cura, con l’obiettivo di arrivare a una poesia semplice, diretta, senza aloni e commerci col mistero. La sua scrittura è una serena obiezione alle astrazioni e al gioco linguistico, una forma di attenzione a quello che c’è fuori, a partire dal corpo dell’autore, osservato come se fosse un corpo estraneo. L’azione cruciale è quella del guardare: “Io sono la parte invisibile / del mio sguardo”. 

Il nuovo libro di Franco Arminio, le più belle poesie del poeta italiano più seguito sulla rete.

“Franco Arminio è uno dei poeti più importanti di questo paese.”

Roberto Saviano, la Repubblica

«”Cedi la strada agli alberi” è un libro di poesia importante. Lo è anche in quanto intollerabile. Come dev’esser la poesia nel suo attrito continuo con l’idea di poesia accettabile e addomesticabile in questa società dominata da astrazione e ideologia.»

Davide Rondoni, Avvenire

«La poesia può avere un nucleo di verità autentica e per la sua radicalità ha una forte suggestione libertaria, eversiva, soprattutto quando arriva a tutti, come nel caso delle poesie di Franco Arminio.»

Lorenzo Fazio, ANSA

«In questi versi dell’”Entroterra degli occhi” di Franco Arminio c’è tutta la sua idea di poesia intesa come modo di vivere ribelle alla fatuità del ciarlare salottiero, cercando relazioni profonde con le persone. C’è il suo sguardo sul paesaggio, che ne coglie la bellezza quasi fosse un volto. Se la sua prosa è lirica, la sua poesia è narrativa, nel senso di itinerante, ha il respiro del passo, la “leggerezza” del viandante.»

Simona Maggiorelli, Left

1 disponibili

COD: 9788861908505 Categoria: Tag: , , ,

Descrizione

Editore: Chiarelettere

Anno edizione: 2017

In commercio dal: 2 febbraio 2017

Pagine: 160 p., Brossura

  • EAN: 9788861908505